Sense 5, le novità dell’HTC One

Sense 5, le novità dell’HTC One – Wired.it

20 febbraio 2013 di Maurizio Pesce

 

Con il lancio di One, HTC ha svelato anche la rinnovata interfaccia Sense, ottimizzata per Android 4.1 Jelly Bean. Data la personalizzazione di funzioni e servizi, non è un delitto che non sia subito compatibile con la versione 4.2, mentre non è ancora chiaro se Sense 5 sarà scaricabile anche sugli ultimi modelli di HTC, come One X e One X+. Nel caso, sarebbe un bel salto di qualità. 

Uno dei difetti di Sense è sempre stato il generale rallentamento causato al sistema operativo in nome di un’esperienza personalizzata e migliorata. Con Sense 5 tutto sembra più fluido e le applicazioni generalmente più reattive. I widget perdono importanza, soppiantati in homescreen dagli aggiornamenti di Blinkfeed. Ne parleremo tra poco. La personalizzazione dello schermo è ancora possibile come prima, solo che HTC suggerisce una diversa esperienza di utilizzo dello smartphone. 
Queste, le funzioni principali che siamo riusciti a provare per qualche minuto a margine della conferenza stampa. 


Zoe
La curiosità più grande sono ovviamente gli UltraPixel della fotocamera, dotata ora di alcune funzioni di scatto e ritocco avanzato. Zoe Camera, ad esempio, gira brevi filmati di tre secondi, all’interno dei quali poi scegliere il fotogramma perfetto da salvare come immagine. Meno immediato del metodo tradizionale, non assicura un risultato perfetto, soprattutto in caso di foto in movimento o di mano non proprio ferma. Ad ogni modo, puoi sempre scattare anche alla vecchia maniera. 
La funzione in più di Zoe sono i micro-montaggi automatici: mettendo insieme le foto e i brevi video, si possono ottenere filmati fino a 40 secondi con transizioni, effetti e colonna sonora, pronti per essere riprodotti e condivisi sulla piattaforma proprietaria Zoe Share – i cui link sono validi per 30 giorni – o su Facebook, come un video qualsiasi. L’aggregazione avviene per tag (scegliendo, ad esempio, una finestra temporale) e si può scegliere tra sei diversi temi.


Continua dopo il video


Blinkfeed
La rivisitazione dell’homescreen, per poter stare al passo con le centinaia di aggiornamenti che ogni giorno ci arrivano da social network, siti e blog. Blinkfeed è pensato per essere la pagina principale del tuo smartphone – ma puoi sempre decidere di sbloccarlo sui widget o sulla griglia delle applicazioni – in modo da visualizzare le ultime notizie in arrivo dai feed che hai impostato: già con un’occhiata veloce, si possono vedere nella prima schermata i titoli degli ultimi aggiornamenti, ordinati a mosaico dal più nuovo al più vecchio. Le fonti attualmente supportate sono circa 1500 e vanno da siti e blog – con particolare attenzione alla galassia di AOL, con cui è stata siglata una partnership – fino a Facebook e altri social network. Si tratta ovviamente di una funzione che ha bisogno di connettività per ricevere gli aggiornamenti e la cosa bella è che si aggiorna anche a schermo bloccato. 

Sense TV
One è dotato anche di sensore a infrarossi, per comandare tv e set-top box direttamente dallo smartphone; oltre ai controlli di volume e accensione/spegnimento, la nuova funzione di Sense 5 – cui si accede tramite la tendina delle notifiche – propone anche una vera guida tv, con un elenco dei canali e dei programmi in onda al momento e una selezione di contenuti consigliati. Tramite l’integrazione con Blinkfeed, puoi ricevere in homescreen gli aggiornamenti sui nuovi episodi di una serie che stai seguendo. Sense TV ingloba anche HTC Watch, per inviare i contenuti da vedere sul tv attraverso Media Link HD. 


In un’opera di semplificazione delle funzioni, probabilmente volta anche a evitare duplicazioni tra applicazioni Android e applicazioni HTC, non c’è più servizio di mappe personalizzato – Google Maps è  finalmente la scelta primaria per localizzazione di indirizzi e navigazione – ed è sparito anche il Music Hub, rimpiazzato da una cartellina di applicazioni musicali. Pre-installata, trovi Gracenote, tramite cui HTC One recupera informazioni sulle canzoni e copertine degli album di tutta la tua musica. Se sei un vecchio fan del karaoke, il music player ora è in grado anche di proporre i testi. 

Proprio come sui nuovi Windows Phone 8, Sense 5 introduce anche il Kid Mode, per tenere a riparo tutti i tuoi contenuti dalle dita di figli e nipoti. Appena possibile, con un po’ più di tempo a disposizione, cercheremo di capire le caratteristiche di questa funzione.

 

 

 

Foto: Maurizio Pesce / Wired

Potrebbero interessarti anche...